10 consigli SEO WooCommerce per le pagine dei prodotti nel 2023

Come migliorare la SEO sulle pagine prodotti in WooCommerce? Vi sveleremo tutti i segreti dei motori di ricerca ;)

Suggerimenti SEO per le pagine prodotto di WooCommerce

Ogni business digitale, piccolo o grande che sia, ha bisogno di essere ben posizionato sui motori di ricerca per avere successo. La Search Engine Optimization (SEO), ossia l'ottimizzazione dei contenuti per i motori di ricerca, non dovrebbe mai essere trascurata.

Ogni azienda online, piccola o grande che sia, deve essere ben posizionata sui motori di ricerca per avere successo. L'ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) non deve essere trascurata. Secondo una ricerca, quasi il 94% delle attività online ha origine da un motore di ricerca e il 93% delle persone non scorre oltre la prima pagina dei risultati. Pertanto, se volete portare traffico al vostro sito web, dovete lavorare sulla SEO, ecco perché abbiamo preparato questo articolo con 10 consigli SEO per WooCommerce per le pagine dei prodotti.

La SEO per Woocommerce è un vero e proprio lavoro per chiunque gestisca negozi online utilizzando il plugin. Per quanto la struttura di WordPress sia già minimamente ottimizzata, la cura di alcuni altri punti essenziali contribuisce alle migliori prestazioni.

Senza dubbio, buoni prodotti, un servizio impeccabile e prezzi competitivi sono alcuni dei fattori principali che permettono ai negozi online di distinguersi. Tuttavia, la concorrenza è alta e la maggior parte delle aziende lavora in modo strategico. Per essere visto, il vostro sito web deve emergere su Google, il che ci porta a investire nella SEO per Woocommerce.

I negozi online su WordPress hanno guadagnato molto spazio nell'e-commerce di oggi, perché sono facili da gestire e mantenere. Per gli imprenditori e anche per le grandi aziende, la praticità nella gestione di un negozio online conta molto. Inoltre, questa piattaforma consente di lavorare con plugin che strutturano praticamente i negozi, come nel caso di Woocommerce.

Tutta questa infrastruttura, tuttavia, non ha senso se non si riesce a ottimizzare il sito per i motori di ricerca. Questo articolo tratterà i seguenti argomenti per comprendere meglio l'argomento.

Che cos'è la SEO?

Che cos'è la SEO?

SEO è l'acronimo di "Search Engine Optimization". In pratica, si tratta di un insieme di tecniche e regolazioni che assicurano che i contenuti web si distinguano nelle ricerche di Google. Queste ottimizzazioni mirano a soddisfare alcuni parametri già noti che gli algoritmi dei motori di ricerca considerano per classificare i siti web.

Quando si parla di essere rilevante nelle ricerche, ci si riferisce alle prime posizioni nella pagina dei risultati di Google. Se il vostro sito riesce ad apparire nella prima pagina o nei primi risultati, assicuratevi che si stia distinguendo notevolmente dai concorrenti. 

Un recente sondaggio ha dimostrato che il 44% delle persone che intendono acquistare un oggetto di valore accede solo ai primi tre risultati della pagina dei risultati di Google.

In generale, la SEO è importante per ottenere visibilità e quindi attirare più persone verso i contenuti del sito web. Se le presentazioni dell'azienda nell'e-commerce sono perfette, le possibilità di conversione aumentano notevolmente. Pertanto, la SEO è una grande vetrina e il principale motore delle vendite sul web.

Come funziona la SEO?

Come funziona la SEO?

I motori di ricerca, come Google, cercano di indirizzare gli utenti verso i siti web o le pagine più pertinenti alla loro richiesta. Prendono in considerazione vari fattori per classificare ed elencare i siti web nei risultati di ricerca. La SEO vi aiuterà a ottimizzare il vostro sito web per posizionarlo più in alto nei risultati di ricerca. 

Gli algoritmi utilizzati dai motori di ricerca sono costantemente ottimizzati per generare i migliori risultati. Di conseguenza, la SEO può essere un'impresa complessa. Questo post si concentra su uno dei fattori fondamentali per ottimizzare il posizionamento delle pagine.

Gli utenti di WordPress che utilizzano WooCommerce possono già contare su alcune ottimizzazioni tecniche e strutturali offerte automaticamente. Tuttavia, non si tratta di un lasciapassare per la pubblicazione di contenuti senza alcuna modifica. In questo modo, il vostro e-commerce non raggiungerà il risalto previsto.

Ecco alcuni articoli che potrebbero interessarvi:

Come aggiungere prodotti WooCommerce ad Amazon?

WooCommerce Dropshipping con AliExpress: Come iniziare?

Lavorare con la SEO per Woocommerce genera vantaggi competitivi critici e si traduce automaticamente in uno sviluppo del business. Non si tratta solo di vendere di più sul vostro e-commerce, ma anche di far guadagnare autorità online al vostro negozio. Continuate a leggere per scoprire i 10 consigli SEO di WooCommerce per le pagine dei prodotti.

Migliore è il ranking, maggiore è la visibilità della vostra pagina.

Quali sono le migliori strategie SEO per WooCommerce?

Un buon lavoro di Woocommerce SEO garantirà che le prestazioni del vostro e-commerce WordPress siano le migliori. Per quanto la piattaforma sia stata sviluppata per offrire questa ottimizzazione strutturale, alcuni aggiustamenti e best practice aumenteranno ulteriormente i risultati. Scoprite quali sono di seguito!

1. Identificare le parole chiave rilevanti

Indipendentemente dal prodotto che offrite sul vostro sito web, molto probabilmente ce ne sono centinaia di altri già disponibili online. 

Come potete assicurarvi che il vostro prodotto sia in cima alle ricerche? 

I motori di ricerca cercano spunti di ranking per abbinare una particolare ricerca a un risultato pertinente. Trovare le parole chiave giuste che corrispondono al vostro prodotto vi renderà visibili agli utenti nei risultati di ricerca. Le parole chiave sono le query di ricerca che un utente potrebbe inserire in un motore di ricerca. Ad esempio, se vendete articoli per animali domestici, le parole chiave ideali potrebbero essere "acquistare prodotti per animali domestici", "cibo per animali domestici", "giocattoli per animali domestici" o altri termini correlati.

Per individuare le parole chiave giuste, utilizzate strumenti come:

1.1 Migliorare la SEO della scheda prodotto

Una volta trovata la parola chiave di riferimento, è consigliato anche l'utilizzo di una parola chiave secondaria (un sinonimo) nel contenuto per arricchire il testo. Posiziona le parole chiave all'interno del testo senza esagerare, farne un uso eccessivo può essere controproducente. Assicurati che le parole chiave appaiano nelle sezioni più rilevanti della tua pagina prodotto, cioè l'URL, il titolo, la descrizione e il contenuto.

  • URL: includere una parola chiave nell'URL della pagina è un segnale importante per migliorare il ranking. È buona regola includere sempre una parola chiave nell'URL quando si creano nuove pagine prodotto.
  • Titolo del prodotto: la parola chiave di riferimento deve essere presente nel titolo del prodotto per aiutare la pagina a posizionarsi.
  • Descrizione del prodotto: le pagine prodotto dovrebbero contenere una descrizione dettagliata che include le parole chiave principali e secondarie circa 2-3 volte all'interno del testo. Assicurati che ogni frase scorra in modo naturale e non forzare le parole chiave.
  • Immagini e video: includere un'immagine o un video in una pagina fa crescere il traffico organico. Inoltre, i contenuti visuali aiutano a spiegare meglio le caratteristiche del prodotto. Non dimenticare di aggiungere l'attributo ALT con la tua parola chiave alle immagini che fanno riferimento al tuo prodotto.
  • Recensioni: le recensioni dei clienti sul tuo e-commerce contano come contenuto generato dagli utenti e possono aggiungere valore SEO alle pagine prodotto.

2. Scegliere un tema SEO-friendly

I temi SEO Friendly sono quelli progettati per non interferire con le prestazioni del sito web in modo da renderlo, ad esempio, più lento. Ci sono molti fattori da considerare, ma la cosa più importante è che questi temi abbiano solo le caratteristiche necessarie per funzionare bene.

Vale anche la pena di notare che un tema SEO-friendly è progettato per ottimizzare le prestazioni del sito web con alcune modifiche critiche. Nel complesso, è la scelta giusta per ottenere un buon posizionamento.

3. Utilizzare un plugin per l'analisi SEO

I plugin di analisi SEO sono strumenti che monitorano i contenuti del vostro sito web. La proposta è che ogni nuova pubblicazione su Woocommerce sia sottoposta a un audit automatico che indicherà i punti di forza e di debolezza della pagina, considerando la SEO.

Uno dei migliori plugin gratuiti per WordPress nella categoria SEO è Yoast. Funziona in modo preciso, indicando quali punti di miglioramento dovrebbero ricevere attenzione e per quale motivo. In questo modo, si possono pubblicare contenuti con la certezza che siano ottimizzati.

4. Semplificare e ottimizzare la struttura degli URL

Potrebbe sembrare che gli URL non siano molto importanti per la SEO. Tuttavia, se gli indirizzi delle pagine sono troppo complicati e non seguono una struttura logica degli URL, è probabile che i motori di ricerca ne siano confusi.

In primo luogo, URL brevi e ordinati come "iltuosito.it/prodotti/nome-prodotto/" sono più accessibili agli utenti che possono copiarli e incollarli correttamente nella barra degli indirizzi. Questo può migliorare l'esperienza utente complessiva del sito (UX), che è un fattore di ranking indiretto. In secondo luogo, gli URL lunghi e confusi rendono le pagine più difficili da scansionare per Google, il che può avere un impatto negativo sulla SEO.

È quindi opportuno evitare pratiche scorrette come l'uso di URL dinamici, simboli speciali, lettere casuali o un numero eccessivo di sottocartelle. Includete invece parole chiave, usate i trattini per separare le parole e assicuratevi che gli utenti possano ripercorrere facilmente i loro percorsi in base alla struttura dell'URL. 

Gli URL amichevoli hanno un grande potere nella capacità di posizionamento di una pagina. Gli algoritmi di Google capiscono che l'URL deve anche chiarire cosa l'utente troverà nella pagina in questione. Evitate quindi numeri e lettere in sequenze senza senso.

5. Creare una struttura di link interni

Il prossimo consiglio SEO WooCommerce è quello di creare una struttura di link interni. Invece di rimandare casualmente i lettori ad altri vostri articoli/prodotti, assicuratevi di sviluppare un piano logico e di attenervi ad esso.

Ad esempio, potreste voler creare una strategia di contenuti "hub and spoke" sul vostro sito web. In breve, il fulcro è la pagina principale e i raggi sono argomenti o categorie di supporto che rimandano ai post/prodotti.

Inoltre, un'efficace strategia di linking interno aiuta Google a capire la rilevanza delle vostre pagine, la relazione tra di esse e il valore che forniscono ai lettori. È quindi opportuno pensare alla struttura dei link come a una piramide. La vostra homepage è in cima, le vostre categorie sono al centro e i vostri post/prodotti sono in fondo.

6. Inserire il sito web in Google Search Console

Search Console è uno strumento di Google per l'analisi dei siti web, soprattutto dal punto di vista delle prestazioni SEO. È quindi possibile monitorare frequentemente questo URL e capire cosa Google ci dice sulle criticità da esaminare.

Per farlo, è necessario scegliere "tag HTML" come metodo di analisi in Search Console. In Yoast, andate su "SEO", quindi fate clic su "Generale" e andate al menu "Strumenti per i Webmaster". Nel contenuto del tag HTML, andare su "Codice di verifica Google".

Subito dopo aver controllato il sito, inserite la vostra mappa XML in Sitemaps. Questa mappa si trova su Yoast.

7. Ottimizzare le immagini utilizzate nel sito

Esistono diverse buone pratiche quando si caricano immagini sul sito. La prima è ottimizzare le dimensioni. Più piccole sono, migliore sarà il caricamento. Pertanto, è bene utilizzare strumenti che riducano le dimensioni delle immagini senza perdere in qualità.

Inoltre, caricate le immagini in file con nomi che descrivano esattamente ciò che si vede. Se si tratta di una foto di giocattoli per animali domestici, scrivete qualcosa come "giocattoli-per-animali-domestici-in-cotone.jpg".

Infine, utilizzate anche il tag alt text in WordPress. Per farlo, selezionare "Impostazioni immagine", che si trova sotto "Blocchi". Lì si ha la possibilità di descrivere l'immagine esatta di quell'immagine, cioè cosa contiene.

8. Link Building

Reindirizzare i lettori a pagine pertinenti e di grande autorevolezza è una pratica eccellente, quindi è saggio includere link ad alcune di esse per support . Purtroppo, convincere altri siti a linkare i vostri contenuti è più difficile. Tuttavia, un backlink da una fonte autorevole può far salire le vostre pagine nelle classifiche, quindi vale la pena di impegnarsi.

La creazione di link richiede tempo e pazienza, quindi non aspettatevi che i risultati arrivino da un giorno all'altro. Tuttavia, ci sono alcune strategie pratiche che potreste provare. Ad esempio, potete contattare i proprietari di altri siti web e far loro sapere quando mandate un link ai loro articoli/prodotti.

9. Correggere i link non funzionanti

Oltre all'ottimizzazione degli URL, alla creazione di una struttura logica dei link e all'acquisizione di backlink di qualità, è bene controllare regolarmente i contenuti per verificare la presenza di link non funzionanti. Questo può essere frustrante per i lettori, per cui è bene sistemarli il prima possibile.

Fare l'audit di tutti i link esterni può richiedere molto tempo se il sito è di grandi dimensioni. Per questo motivo, è meglio utilizzare uno strumento come Site Explorer di Ahrefs, che analizza il sito alla ricerca di tutti i link attivi e rotti.

Il sito web Semrush è un altro strumento che aiuta a trovare i link non funzionanti. Tuttavia, è necessario pagare per utilizzare tutte le funzionalità di entrambi i siti, ma la buona notizia è che è possibile provarli gratuitamente prima di effettuare l'acquisto.

Di solito è possibile risolvere rapidamente i link esterni inattivi rimuovendoli se non sono necessari, fornendo una fonte alternativa o correggendo gli errori di battitura negli URL. Tuttavia, potreste non avere molto controllo sui backlink rotti, soprattutto se la fonte rimanda alla vostra pagina in modo errato.

In questo caso, è consigliabile utilizzare i reindirizzamenti 301, che inviano gli utenti e i motori di ricerca a un nuovo URL. Questo metodo trasferisce comunque un significativo potere di ranking alla nuova pagina, per cui vale la pena di fare uno sforzo. È possibile utilizzarlo anche ogni volta che si rimuove o si modifica il contenuto del sito.

10. Aumentare la velocità di caricamento delle pagine

Aumentare la velocità di caricamento delle pagine

Indipendentemente dal numero di consigli SEO implementati per i siti web, se le vostre pagine impiegano molto tempo a caricarsi, ciò può compromettere seriamente le vostre classifiche. Per questo motivo, dovreste studiare alcune pratiche per velocizzare il vostro sito web e puntare a un tempo di caricamento di due secondi o meno.

Ci sono molte ragioni per cui il vostro sito potrebbe essere lento. Ad esempio, potreste avere problemi con il vostro provider di web hosting, oppure il vostro database potrebbe aver bisogno di una pulizia. Tuttavia, l'ingombro del sito con le immagini tende a essere il colpevole più comune.

Grafica e foto rappresentano fino al 60% del tempo medio di caricamento di un sito web. Pertanto, questi file devono essere ottimizzati.

Conclusione

In questo post, potete leggere le 10 strategie SEO per WooCommerce, in modo che il vostro negozio online WordPress possa essere ben posizionato su Google o altri motori di ricerca.

L'ottimizzazione dei contenuti per i motori di ricerca riguarda sia la qualità che la quantità del contenuto. Più il contenuto della pagina è pertinente al prodotto in vendita, più sarà probabile che i motori di ricerca indicizzino il tuo sito tra i risultati di ricerca.

Per aiutarti nella gestione della SEO abbiamo sviluppato un generatore SEO per WordPress in collaborazione con Nowweb.nl. Con questo plugin è possibile generare facilmente migliaia di articoli con parole chiave pertinenti e dinamiche. Ogni articolo presente sul blog può essere collegato a un particolare prodotto, in modo da aumentare le vendite attraverso il traffico generato dai contenuti. Scopri cosa può fare questo plugin cliccando qui.

Alla prossima!

Check out our awesome WooCommerce plugins >>>
×
×